Nasce Paper Project: fuori dalla torre d’avorio, il blogger al tempo del social

Cinquantacinque tra le più seguite firme del Web incrociano le loro tastiere a creare Paper Project, il primo macro-blog a trazione corale, un magazine quotidianamente aggiornato dove le notizie escono dal recinto della mera cronaca incontrando l’opinione, la passione e la competenza di cinquantacinque firme provenienti sia dalla blogosfera più cliccata, sia da testate editoriali nazionali come Ansa, Donna Moderna, Huffington Post, Latitudeslife, Il Sole 24 Ore, L’Unità, La7 e molte altre.

Un magazine al gusto blog e dall’animo interattivo: all’interno di Paper Project ogni autore ha un suo diario di bordo, capace però di andare a dialogare con gli altri diari degli inquilini di questo web-condominio. Il tutto a formare una cross news platform che permette al lettore di compiere una navigazione che non si ferma solamente sull’autore in sé, ma prosegue seguendo topic che si sviluppano tra le numerose categorie/temi trattati, tra i quali Lifestyle, Design, Food, Sport, Mamme, Viaggi, Fashion, Beauty, Cinema, Lavoro, Sesso, Musica, Diritti rosa, libri, cultura e Green.

Paper Project è quindi incontro e fertile scambio tra web-eccellenze e professionisti affermati chiamati a produrre contenuti organizzati secondo la struttura di un magazine online, dotata quindi di una “percorribilità” sia verticale che orizzontale, sia seguendo l’autorevolezza dell’opinionista di riferimento, sia assistendo alla creazione di un mosaico di contenuti condivisi dove ogni tassello, ogni post, trova compimento in una collaborazione creativa, vera anima e motore di questo Paper Project.

Informazione 100% made in Italy ma che sa anche dialogare con il mondo: Paper Project si apre da subito alla collaborazione con blogger “espatriati” con la volontà di raccontare la penisola ad un pubblico internazionale attraverso la narrazione di chi giorno dopo giorno “da fuori” fa opinione e tendenza sul Web tricolore.

Immancabile in questo gioco di riflessi creativi un dialogo intenso e stimolante con le altre piattaforme social come Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e Google Plus che portano Paper Project a essere uno dei più completi e affidabili strumenti all-around d’informazione digitale, dove la Passione fa Informazione e dove l’Opinione fa Tendenza.

Mi rendo conto che nell’era dei Social invitare i blogger ad uscire dalla propria torre d’avorio e dare vita a un progetto di condivisione editoriale è un’impresa coraggiosa – afferma Chiara Fornari, Founder e responsabile editoriale Paper Project in collaborazione con Paola Toia – ma i tempi sono maturi per unire le forze e far sentire le nostre voci, troppo spesso singole e inascoltate nell’infinito mare di informazioni offerto oggi dal web. Per il lettore è sempre più difficile scegliere cosa leggere, così come per i blogger farsi sentire – continua Chiara – L’unione ha sempre fatto la forza insomma e non vedevo l’ora, da blogger, di creare qualcosa che non assomigliasse solo a me ma a tutti coloro che come me fanno dell’essere appassionati, della condivisione e dell’amore per la scrittura una ragione di vita.  Paper in un certo senso rompe la regola dell’anonimato, degli pseudonimi, tipica del web, riportando in prima linea la persona con il suo nome, le sue convinzioni, le sue passioni e la sua personale idea di informazione… tutto cio che poi guida, da sempre, il desiderio di essere blogger”.

hp